IL QUARTIERE COPPEDÈ. UNA REALTÀ FANTASTICA

Piacevole passeggiata nel Quartiere Coppedè, uno dei luoghi più particolari di Roma. Una complessità di simboli, affreschi e sculture che si muovono tra il Liberty e la rievocazione medievale, sino a incontrare anche ispirazioni orientaleggianti, fanno di questo insieme di edilizia privata un esempio di architettura “domestica” assolutamente fuori dagli schemi ordinari. La denominazione deriva dal progettista, l’architetto e scultore fiorentino Gino Coppedè, che diresse la maggior parte delle realizzazioni, negli anni a cavallo della I guerra mondiale, a lato della direttrice di via Tagliamento. L’atmosfera surreale che avvolge i villini e le palazzine di questo piccolo angolo di città che si sviluppano intorno a piazza Mincio e alla sua Fontana delle Rane, ha suggerito ad alcuni registi un’originale ambientazione cinematografica: dal cinema dei “telefoni bianchi” sino all’ “Uccello dalle piume di cristallo” di Dario Argento. INFO: apt ore 16,30 a Piazza Mincio accanto alla Fontana delle Rane; costo € 10,00 comprensivo dell’uso dei whispers.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *