Gioiello dell’eclettismo di fine Ottocento, realizzato su committenza del Barone Alberto Blanc, Ministro degli Affari Esteri per il Gabinetto Crispi, il complesso è costituito da una villa principale, da sei villini e dalle serre immerse in un parco alberato, ricco di specie pregiate tipicamente mediterranee, la cui sistemazione fu affidata all’archeologo Giacomo Boni.
Dopo anni di totale abbandono l’università LUISS ha acquisito la proprietà curandone il restauro e recuperandone gli spazi. Villa Blanc costituisce un esempio unico: il linguaggio eclettico della cultura architettonica romana viene in parte superato e rielaborato con grande libertà anche grazie all’uso di nuovi materiali come il ferro, il vetro e la ceramica.
La realizzazione del casino nobile fu affidata all’ingegner Francesco Mora che realizzò vari corpi di fabbrica in uno schema completamente libero dalle forme di un impianto planimetrico tradizionale, con un repertorio decorativo che va dal medioevo dei paramenti in mattoni della torre fino ai disegni liberty delle ceramiche invetriate della loggia.

INFO:

  • apt. alle ore 10,50 in via Nomentana, 216;
  • costo € 10,00 comprensivo dei whispers.
  • Prenotazione obbligatoria entro il 18 novembre al 3478249859 o info@resantiquae.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *