La basilica, una delle più antiche di Roma, fu edificata in un’aula del Foro della Pace nel lontano 527, in un’aula del Foro della Pace, su commissione di papa Felice IV, ed infatti fu anche detta Basilica “Beati Felicis”. Per la sua costruzione vennero riadattati alcuni ambienti della rotonda appartenente all’edificio conosciuto come Tempio di Romolo, di epoca massenziana che ne costituì l’imponente vestibolo; Felice IV la dedicò ai due santi medici e dottori Cosma e Damiano, martiri nel 303, in contrapposizione al culto pagano per i Dioscuri, venerati nel vicino tempio del Foro Romano. Nel Medioevo la basilica dei Santi Cosma e Damiano era riconosciuta come uno dei principali centri di assistenza a Roma per i poveri e i pellegrini.
Nel 1623, su disegno dell’Arrigucci, fu trasformata in forme barocche, lasciando però intatti gli splendidi mosaici del catino absidale risalenti al VI secolo, ancora mirabilmente conservati. Nella cripta a camera irregolare dell’VIII secolo furono ritrovate nel 1924 le reliquie dei due santi medici Cosma e Damiano in un pozzetto sotto l’altare in cui erano custodite da secoli. Celebreremo l’Epifania ammirando il magnifico Presepe napoletano del ‘700 donato alla chiesa nel 1939 da un cittadino di origine napoletana, Cataldo Perricelli ed allestito in un ambiente del chiostro.

INFO:

  • apt. ore 15,30 in via dei Fori Imperiali, angolo via in Miranda;
  • costo € 10,00 comprensivi della visita guidata e dell’uso dei whispers + offerta alla basilica € 2,00.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *