Incastonata nel Portico d’Ottavia, immersa in quello che un tempo era il Ghetto, cuore della comunità ebraica romana, la chiesa di Sant’Angelo in Pescheria fu consacrata probabilmente nell’VIII secolo da Papa Stefano II; inizialmente fu dedicata a S.Paolo e soltanto in seguito a Sant’Angelo “in foro piscium”, perché nel XII secolo, proprio sulle rovine del Portico, fu impiantato un grande mercato del pesce.

Una lastra di marmo con iscrizione in latino si riferisce al privilegio che obbligava i pescivendoli a riservare ai Conservatori del Campidoglio “le teste di tutti i pesci che superano la lunghezza di questa lapide, fino alle prime pinne incluse”.

La Chiesa di Sant’Angelo in Pescheria deve la sua fama anche ad un celebre evento storico: nella notte di Pentecoste del 1347, da qui mosse Cola di Rienzo per occupare il Campidoglio e ristabilire la Repubblica Romana, sogno di una città comunale, fino ad allora dominata da antiche famiglie di alta nobiltà. Al suo interno una Madonna degli Angeli della scuola di Benozzo Gozzoli.

INFO:

  • apt. ore 15,30 in via del Portico di Ottavia, angolo via Catalana.
  • costo della visita guidata € 10.00 comprensivo dell’uso dei whispers.
  • prenotazione obbligatoria al 3478249859 o info@resantiquae.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *