Sapevate che in Italia sono stati ritrovati soltanto tre mitrei dipinti? Uno di questi, splendidamente conservato nei suoi affreschi e nei suoi brillanti colori, è proprio il Mitreo scoperto nel 1962 a Marino. Un appuntamento da non mancare per scoprire le analogie del culto mitraico con la religione cristiana, nell’approssimarsi del Natale, in uno dei luoghi più belli che l’archeologia del Lazio ci ha conservato.

Torna finalmente dopo lunghi anni a essere visibile uno dei mitrei meglio conservati del mondo romano, nel quale è possibile, grazie ai meravigliosi colori degli affreschi che lo decorano, leggere e decifrare i modi di questa religione così complessa che si diffuse in larga misura in epoca imperiale, sino al confine più lontano. Scoperto fortuitamente negli anni Sessanta, è stato per lungo tempo di difficile accesso in quanto all’interno di una proprietà privata. Il mitreo di Marino è uno degli unici tre mitrei affrescati finora scoperti in Italia, oltre a quello Barberini e di Santa Maria Capua Vetere. Un cippo di peperino ritrovato all’interno del sito ci svela che i frequentatori del mitreo possono essere stati gli operai delle vicine cave di peperino, il tufo vulcanico ancora oggi utilizzato nella zona dei Castelli Romani.

  • INFO: Apt alle ore 16,00 nella piazza antistante la Stazione Ferroviaria, a Marino Laziale;
  • costo della visita guidata € 12,00 a persona comprensivo dei whispers + bgt di ingresso al sito € 8,00.
  • prenotazione e green pass obbligatori

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *